• JEST - Famiglia di macchinisti

    Il professore di Fisica non era solo di fronte agli strumenti. Era infatti affiancato dalla figura del Macchinista, ovvero un tecnico che si occupava dell’acquisto, della manutenzione e della cura degli strumenti. Alcuni dei macchinisti che hanno prestato servizio al Gabinetto di Fisica erano anche abili costruttori di strumenti e talvolta sostituivano il professore per tenere lezioni. Tra questi troviamo la famiglia Jest : prima Enrico Federico Jest, seguito da Carlo Jest, affiancato per qualche anno da Costante Jest nel ruolo di secondo macchinista. La dinastia Jest inizia a lavorare per il Gabinetto di Fisica nel 1814, anno in cui Follini divenne professore di Fisica. Troviamo informazioni certe su questa data nei mandati di pagamento (ASUT, Mandati XII.C.12) dove compare la seguente nota, firmata da Follini: Aumento a Federico Jest per aver preso la patente Dichiaro in infrascritto che il Sig. Macchinista Jest ha nel corrente anno fatto i lavori nuovi portati dalle R. Patenti di sua nomina, e che questi oltrepassano anzi l’importare di quanto era in obbligo di fare. Torino, lì 8 ottobre 1814 Follini Prof. Di Fisica Fu proprio Enrico Federico il primo rappresentante della “dinastia Jest”, ovvero della famiglia di macchinisti che per quasi un secolo lavorarono per l’Università di Torino nel ruolo di macchinisti, oltre a lavorare per l’ Università, gestivano un laboratorio e una bottega con la quale commercializzavano gli strumenti scientifici da loro costruiti. Molti di questi strumenti di fattura Jest si trovano tuttora nelle scuole di Torino e provincia, ma anche a Genova, Cagliari e non solo. E’ possibile apprezzare la numerosità e varietà degli apparati da loro costruiti e venduti attraverso il Catalogue des principaux instruments de physique, chimie, optique,matematique et autres a’ l’usagedes scieces, un catalogo di strumenti di Enrico Federico Jest datato 1836. Della “dinastia” fecero parte Enrico Federico Jest, dipendente dell’Università dal 1815 al 1849, cui poi succedette il figlio Carlo fino al 1900. Ad affiancare Carlo in qualità di secondo macchinista, per qualche anno, fu Costante Jest, cugino di Carlo. Di loro sappiamo che erano abili costruttori di strumenti scientifici nei diversi ambiti della fisica allora conosciuta, dalla fisica classica all’elettromagnetismo, senza dimenticare che va ai Jest il merito nel 1839 di aver portato la fotografia in Piemonte, attraverso la riproduzione della tecnica della dagherrotipia..

    Read More