Logo Museo.

Museo di Fisica

Logo Unito.

 » Micrometro (0896)

Immagini

Disegno: 1
Foto: 1
Foto: 2
Foto: 3
Foto: 4

DESCRIZIONE

Questo strumento, detto anche Palmer dal nome del costruttore che ne diffuse l'uso, serve per misurare piccoli spessori (nel nostro caso da 0 a 25 mm) con grande accuratezza (1/100 mm). Era inventariato come "Micrometro H e V mm 0 - 25 con pastiglia in metallo duro (Gambino)".

Il micrometro Palmer consiste in una vite V (vedi Disegno 1) con passo 0,5 mm, fissata ad un tamburo T su cui è incisa una scala circolare divisa in 50 parti. La vite è alloggiata in una madrevite su cui è incisa una scala in mm con divisioni di 0,5 mm. Ad ogni giro la vite avanza o arretra di 0,5 mm e il tamburo scopre o ricopre una divisione della scala dei mm incisa sulla madrevite. Una rotazione della vite pari a una divisione della scala incisa sul tamburo è di 1/50 di giro, che comporta un avanzamento della vite di 1/100 mm.

La madrevite M è montata su una staffa ad arco S, la cui parte terminale è a contatto con la vite quando lo strumento segna zero, sia sulla scala incisa sulla madrevite che sul tamburo.

Un meccanismo a frizione F facilita il posizionamento dello zero.

La misura si esegue leggendo i mm sulla scala della madrevite e i centesimi di millimetro sul tamburo. Prima di eseguire una misura si controlla che lo strumento segni zero quando l'estremo della vite è a contatto con il cilindretto E dell'arco S.

Lo strumento è conservato in una custodia insieme con un dischetto in metallo per la calibrazione.

BIBLIOGRAFIA

  • [1] Eligio Perucca,"Fisica Generale e Sperimentale", Vol I UTET,Torino, 1937-xv.P.35.

Dati Catalografici

Data di costruzione:ca 1965
Data di carico:1966-03-23
Nr. Inventario:6996 (Ist. Fisica Generale)
Costruttore:M.g>M. PANTER
Materiale:acciaio
Dimensioni:Custodia 18,5 cm x 9 cm x 2.54 cm;
Micrometro L:16cm,7cm
Conservazione:buono