Logo Museo.

Museo di Fisica

Logo Unito.

 » Anelli rotanti (0784)

Immagini

Foto:
Foto:
Foto: 1
Immagine: 1

DESCRIZIONE

Gli anelli rotanti erano uno degli accessori usati per mettere in evidenza la forza centrifuga e spiegare lo schiacciamento della terra ai poli come conseguenza della rotazione diurna.

L'apparecchio in nostro possesso è costituito di cinque sottili lamine a semicerchio in acciaio, equidistanti, unite nella parte superiore mediante un anello, libero di scorrere lungo un asse verticale. La parte inferiore delle lamine non è invece mobile, essendo esse fissate a un livello fisso dello stesso asse. Vedi foto-1. Quando l'asse veniva messo in rapida rotazione, tramite una ruota azionata da una manovella (ora mancanti) si poteva osservare lo schiacciamento delle lamine, che assumevano una forma ellittica per effetto della forza centrifuga. Il tutto era montato su una base rettangolare di legno (ora mancante). L'immagine 1, riprodotta da [1], mostra l'apparecchio completo. Nel disegno le lamine sono quattro semicerchi (probabilmente due cerchi uniti in punti diametralmente opposti) mentre nel nostro caso sono cinque.

OSSERVAZIONI

Nell'inventario al numero 74 è riportato: "Due grandi antichi apparati di rotazione, in legno colorito dei quali uno munito di un'asse di ferro con molle d'acciaio per dimostrare lo schiacciamento della terra ai poli, l'altro simile apparato munito di un globo di cristallo da riempirsi d'acqua". Di questi apparati restano solo gli anelli rotanti, chiamati nell'inventario "molle d'acciaio".

BIBLIOGRAFIA

  • [1] Oreste Murani,"Trattato Elementare di Fisica", Vol. I, Ulrico Hoepli, Milano, 1922. Pag. 185.

Dati Catalografici

Data di costruzione:Inizo XIX Secolo
Data di carico:1835-5-25
Nr. Inventario: 45 (Antico inv. Gabinetto Fis)
74 (Generale dal 1874)
Costruttore:Sconosciuta
Materiale:ferro
Dimensioni:Altezza: 30 cm;
Raggio a metà altezza: 14 cm
Conservazione:cattivo (Manca completamente l'apparato per fare ruotare gli anelli )