Logo Museo.

Museo di Fisica

Logo Unito.

 » Rilevatore delle variazioni di gravità (0488)

Immagini

Foto: 1
Foto: 2
Foto: 3
Foto: 4
Foto: 5
Immagine: 1

DESCRIZIONE

Questo apparecchio, dovuto a Richard Threllfall e Arthur Pollock, consente di misurare rapidamente le variazioni di "g" da luogo a luogo.
L'apparecchio è costituito (vedi Disegno-1 tratto da ref-1) da una piccola leva (MN), avente l'estremità (M) più pesante della parte (N), saldata asimmetricamente ad un filo di quarzo (AB), posto in tensione tra due supporti. Il tutto poggia su una base di marmo. Tramite (A) si produce la torsione del filo (AB), per equilibrare il momento del peso (M), e mantenere (MN) orizzontale.

La posizione si osserva tramite un microscopio (C), puntato sull'indice (I2). Un aumento di "g" produce un aumento di peso, e quindi (M) si abbassa; viene riportato in posizione orizzontale torcendo l'estremo (A).
Sul cerchio graduato (G), che dà il valore dell'angolo in secondi, si legge l'angolo di torsione necessario alla compensazione della variazione di "g". La scala del cerchio graduato va da -20° a 270°.

Per dettaglio vedi ref-1.

ISCRIZIONI

  1. Numero inciso: 3452 con π in un cerchio

BIBLIOGRAFIA

  • [1] Perucca E., "Fisica Generale e Sperimentale", Volume Primo, Meccanica - Calore, Seconda Edizione, UTET Torino, 1937. §159, Pag. 302.

Dati Catalografici

Data di costruzione:Fine Secolo XIX
Data di carico:Ignota
Nr. Inventario:Ignoto (Ignoto)
Costruttore:Leppin & Masche, Fabrik wissenschaftlicher Instrumente
Materiale:marmotela, ottone
Dimensioni:Diametro del cerchio graduato: 11 cm;
Altezza complessiva: 13 cm;
Base: 33 cm x 10 cm x 2 cm
Conservazione:cattivo (Mancano il filo di quarzo (AB) e la piccola leva (MN).)